Edizione 2017

Il Premio “La Leonessa” 2017 a Anita Garibaldi

Giornalista pubblicista, ha studiato e lavorato in Italia ed all’estero, in Francia, in Inghilterra, U.S.A. e Messico.
Abilitata all’insegnamento superiore, conosce quattro lingue, ha svolto attività culturali e sociologiche per la Comunità Europea ed Enti privati.
Ha svolto importanti ricerche storiche in Messico , Brasile ed Uruguay, usate per documentari televisivi anche dalla rete 1 della RAI-TV.
Ha ideato e diretto programmi televisivi settimanali , come quelle intitolate ”Cosa farò da grande”, ” I lavori del 2000″, ” L’Europa e noi”, curando i problemi della formazione, dell’aggiornamento e del collegamento con il mondo del lavoro.
Per dieci anni è stata responsabile, per l’ Italia, della European Cultural Foundation ed ha rappresentato l’Italia come membro del Board dei Governatori della Fondazione, con sede in Amsterdam.
Ha lavorato come consulente per la Montedison, curandone i contatti con la Comunità Europea.
Ha promosso l’Associazione “Amici del Gianicolo”, che ha agito per incentivare il recupero dell’area Gianicolense ed il restauro delle statue di Giuseppe ed Anita Garibaldi, dei busti dei difensori della Repubblica Romana, dei prati e delle mura allora in parte crollate.
Presiede il CESPEURO, Centro Studi Politiche Europee, tramite il quale si sono curate in particolare ricerche comparate e pubblicazioni per la ricerca scientifica, la piccola e media impresa, l’artigianato, la formazione professionale.
Ha collaborato a varie pubblicazioni sui problemi sociali ed ha anche scritto un libro “La donna del Generale”, edito dalla Rusconi, per divulgare i risultati della ricerca storica che ha compiuto in Sud America , sulla vita della sua omonima bisnonna Anita Garibaldi. Il libro è stato anche tradotto e pubblicato in Brasile.
Ha avuto un lungo tirocinio politico negli Stati Uniti ed Inghilterra, è stata candidata in Italia in elezioni politiche per il collegio senatoriale di Velletri, dove ha ottenuto quasi 37mila voti.
Per tre anni ha ricoperto la carica di Responsabile per il settore Politiche Comunitarie ed Europa, alla direzione del Partito Socialista Italiano ed è stata anche responsabile regionale del P.S.I.
Membro della Direzione Nazionale del Movimento di Rinascita Socialdemocratica e membro del direttivo di Studi Parlamentari.
Socio Fondatore dell’AMIFAD, settore Donne.
Socio Fondatore del Lions Club “Roma Pantheon” e Presidente per l’anno 1992/93
Per otto anni e’ stata Rappresentante per l’Italia della LICRA, Lega per la difesa dei Diritti Umani.
Nel 1993 ha costituito “Italia Unita”, movimento indipendente che trae la sua ispirazione dai grandi ideali del Risorgimento e che propone un piano organico di riforme, la difesa dell’identità nazionale, l’inserimento dell’Italia nella Comunità Europea.
Nel 1998, ha dato vita al Movimento “Mille Donne per l’Italia”, per assicurare che l’apporto di professionalità, protagonismo ed entusiasmo dei quali le donne danno crescente prova in tutti i settori vitali della nazione, non venga ostacolato od ignorato, come spesso avviene. Il programma include una nutrita serie di proposte di riforme, attinte dalla nostra più significativa cultura morale e giuridica , per affrontare oggi l’impegno di rinnovare l’Italia.
Il Movimento è indipendente da partiti politici e cresce su basi regionali, con la sede nazionale a Roma.
Nel 2002 ha assunto la Presidenza della Associazione Nazionale Garibaldina e nel 2006 ha fondato la Associazione Nazionale Giuseppe Garibaldi A.N.G.G., associazione di studi e Combattentistica, aperta a tutti coloro che vogliono ricordare e commemorare l’epopea risorgimentale, per tramandarne la conoscenza alle nuove generazioni. Si attiva con numerosissime manifestazioni in tutta Italia ed anche all‟estero.

Ha scritto, nel 2003, un libro intitolato “Nate dal mare” edito dal Il Saggiatore, una saga storica che copre 150 anni di avvenimenti italiani e le vicende di tre generazioni della famiglia Garibaldi. Questo libro continua ad essere , nel campo della saggistica, tra i più venduti in Italia.

Dalla discendenza della famiglia materna, fa parte, di diritto ereditario, della prestigiosa “Colonial Dames of America”, la più esclusiva associazione femminile degli Stati Uniti, che raccoglie cittadine americane i cui ascendenti, rintracciabili già nei primi insediamenti storici, combatterono comunque come ufficiali nella rivoluzione americana. A Roma è socia dell’ American Women’s Association.

Nel 1999, le è stata conferita l’onorificenza di Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.
Nel 2004 ha accettato di fare parte, quale Presidente Onorario, del Comitato Promotore per il Bicentenario istituito a Nizza.
Nel 2005, ha costituito il Comitato Promotore per le Celebrazioni del Bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, seguito, nel luglio 2005 da il Comitato Internazionale Giuseppe Garibaldi- ONLUS che ha coordinato ed organizzato estese manifestazioni per le celebrazioni del Bicentenario, in tutta Italia ed all’ estero. Il Comitato ha ricevuto l’ Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il suo Comitato d’Onore , presieduto dal Ministro degli Affari Esteri, include il Ministro della Difesa, la Presidenza del Consiglio e prestigiose personalità delle Associazioni e della Cultura.

Nel 2009 ha creato la Fondazione Giuseppe Garibaldi insieme al figlio Ing. Francesco Garibaldi-Hibbert, Vicepresidente, che raduna e coordina numerose associazioni e movimenti in Italia ed all’ estero con simili finalità statutarie ed operino nel campo della cultura, del sociale e della promozione dei valori Risorgimentali.

E’ cittadina Onoraria di Nizza, Teano, Calatafimi, Camogli. E’ sposata, ha cinque figli e tredici nipoti.

Per il 150° anniversario dell’ Unità d’Italia e per il bicentenario dalla nascita di Garibaldi è stata presente, in Italia e all’ Estero, alle più importanti commemotazioni storiche politiche e culturali.
E’ sempre presente, in Italia e in varie parti del mondo, per la commemorazione dei grandi eventi storici in cui fu protagonista Giuseppe Garibaldi e la moglie Anita, e che influirono sulla formazione dello Stato italiano.

E’ in via di pubblicazione un libro che tratta di fatti, non ancora esplorati, sulla nostra storia recente, che riguardano i contatti del padre, Ezio Garibaldi, con la Santa Sede, e con la diplomazia inglese durante il ventennio fascista.

E’ discendente di Giuseppe ed Anita Garibaldi in linea diretta, dal nonno Ricciotti Garibaldi e dal padre Ezio Garibaldi.

DAL SITO www.fondazionegaribaldi.it

 

Annunci